IPAF InForma

Added 18 Feb 2019
Ultimo aggiornamento 18 Feb 2019

Organo Ufficiale Italiano IPAF di cultura della sicurezza nell'accesso aereo

E' appena stata pubblicata l'edizione 2018 di IPAF INFORMA, la prima rivista italiana 
interamente dedicata al settore delle piattaforme di lavoro mobili elevabili ed autosollevanti a colonne e alle tematiche di sicurezza e di mercato ad esso strettamente collegate.

IPAF InForma 2019
E’ online la versione sfogliabile

In Italia, purtroppo, il numero di incidenti con le PLE è in aumento, nonostante le piattaforme di lavoro mobili siano universalmente considerate la soluzione più sicura per svolgere lavori temporanei in quota. 

La maggior parte delle volte, gli incidenti vengono archiviati come “errore dell’o-peratore”: ma siamo proprio sicuri che sia così? 
Siamo certi che l’errore avvenga unicamente sulla macchina e in cantiere?

IPAF, l’organizzazione senza scopo di lucro che pubblica questa rivista, analizza gli incidenti in ogni Paese del mondo per cercare di individuare le cause e porvi rimedio con nuovi corsi e nuove campagne. I dati in nostro possesso indicano che la maggior parte degli incidenti attribuiti a “errore dell’operatore” in realtà sono iniziati alcuni giorni prima dell’incidente, in una località anche lontana dal luogo di lavoro. Com’è possibile? 

Succede che, troppo spesso, manager, gestori o responsabili di cantiere non adde-strati o non ben aggiornati siano tra coloro che scelgono la PLE, che selezionano la squadra di operatori e che pianificano il lavoro, per tacere della scelta del noleg-giatore o dei DPI. Capita quindi che venga usato un mezzo troppo basso, o troppo pesante, o troppo ampio, magari con i pneumatici sbagliati, con gli stabilizzatori non idonei agli spazi a disposizione, con le piastre che mal si sposano col terreno, con DPI vetusti, con spazi di lavoro delimitati in modo non corretto.

Capita che vengano ingaggiati operatori sì qualificati, ma non esperti per un deter-minato tipo di lavoro o consapevoli di ciò che si rischia in ogni momento durante l’uso della PLE. 
Capita, insomma, che solo grazie alla fortuna si torni a casa tutti sani e salvi.

IPAF non può assistere passivamente! C’è una soluzione?
Sì, ed è una formazione adeguata per chi deve gestire e pianificare il lavoro con le PLE e scegliere il mezzo più idoneo: ciò garantirà efficacia, efficienza ma soprattutto sicurezza.

I Centri di formazione accreditati IPAF offrono il corso “PLE per Gestori e Responsabili di Cantiere (M4M)”, un programma formativo di sei ore che a breve sarà a disposizione anche in modalità eLearning: non insegna come utilizzare una PLE – per quello abbia-mo un corso apposito – ma prende in esame come gestirne l’uso sicuro ed efficace dal momento della scelta al momento in cui il lavoro dell’operatore è terminato.

Buon lavoro in sicurezza a tutti!

​​​​​​Tim Whiteman
CEO & Managing Director IPAF