Il rapporto IPAF fornisce nuove informazioni sugli incidenti legati alle PLE di tutto il mondo

IPAF - Report Globale Sulla Sicurezza Delle PLE

Secondo l’ultima analisi dettagliata sulla sicurezza condotta dell’International Powered Access Federation (IPAF), la probabilità che si verifichino incidenti durante il lavoro in quota con le PLE è più elevata durante la permanenza nelle aree pubbliche o lungo le strade, piuttosto che in siti di lavoro controllati come ad esempio cantieri o aree commerciali.

Il rapporto globale sulla sicurezza delle PLE 2016-2018 di IPAF presenta i risultati principali dell’analisi condotta sulle statistiche sugli incidenti raccolte per il progetto di segnalazione degli incidenti mondiali occorsi in 25 Paesi. Il rapporto è disponibile per la visualizzazione o il download all’indirizzo www.ipaf.org/accident

Secondo il rapporto, la media degli incidenti occorsi nei cantieri è la più alta in ogni anno. Poiché il settore dell’edilizia utilizza le PLE con maggiore diffusione rispetto agli altri settori e luoghi, la probabilità che tali incidenti si verifichino in un cantiere controllato è inferiore a quella relativa a una località remota o un’area pubblica, come ad esempio una strada.

Secondo il nuovo rapporto, oltre all’aumento del rischio proporzionale degli incidenti occorsi nei siti di lavoro non controllati, le cause ricorrenti degli incidenti legati alle PLE sono legate soprattutto a cadute dalla piattaforma, elettrocuzione, intrappolamenti, ribaltamenti delle PLE e veicoli che colpiscono tali macchinari. Si tratta di un risultato in linea con l’analisi degli incidenti mortali condotta negli anni precedenti. Tali cifre dimostrano ancora una volta l’importanza, per il settore, dei metodi atti a ridurre i fattori comuni di rischio alla base di questi tipi di incidenti.

Secondo Richard Whiting, responsabile del mercato generale di IPAF per Regno Unito e Irlanda, attivo nello sviluppo del rapporto e nella presentazione dei risultati: “Questo rapporto descrive una nuova metodologia di analisi e presentazione dei risultati, oltre a importanti suggerimenti per mitigare i fattori di rischio comuni. Abbiamo collaborato con un gruppo di membri IPAF all’attività di analisi, interpretazione e presentazione dei dati in un modo nuovo che consenta di ottimizzare la sicurezza del settore.

“Uno dei principali cambiamenti è legato al metodo: invece di confrontare i dati degli incidenti dell’annata in corso con gli anni precedenti, abbiamo raggruppato i dati degli ultimi tre anni calcolando il numero complessivo e medio degli incidenti. Unendo un insieme più ampio di dati sarà possibile individuare più rapidamente gli andamenti cronologici”.

Altre indicazioni importanti: i settori maggiormente falcidiati dai decessi sono quelli della silvicoltura e dell’edilizia, seguiti dalla manutenzione e dai servizi elettrici. La silvicoltura e l’edilizia erano funestate da una media annua di 19 vittime. Tuttavia, il numero totale dei giorni di lavoro con le PLE nel campo edile a livello mondiale è molto superiore a quello relativo alla silvicoltura. Pertanto, le probabilità degli incidenti mortali sono proporzionalmente più elevate in quest’ultimo settore che in un cantiere edile.

Whiting aggiunge: “Dobbiamo continuare ad avvertire i responsabili e gli operatori circa i rischi elevati di incidente grave o mortale fuori da un sito di lavoro controllato e isolato. La campagna di sicurezza stradale Smart IPAF è un buon inizio, un’attività da sviluppare per ridurre le elettrocuzioni o gli altri incidenti nel campo della silvicoltura, giusto per fare un esempio”.

Peter Douglas, CEO e MD di IPAF e membro del Country Council del Regno Unito, è stato determinante per l’avvio del progetto di segnalazione degli incidenti mondiali, che risale al 2012. Douglas commenta: “Le PLE sono ancora uno dei metodi più sicuri per condurre lavori in quota. In caso di incidenti non pianificati, dobbiamo acquisire dati e analizzare le statistiche in modo da individuare le condotte ricorrenti e influenzare le linee guida tecnica, adattare il programma di formazione e ottimizzare le campagne di sicurezza di IPAF.

“Dobbiamo collaborare con i membri e le parti interessate del settore per migliorare la segnalazione degli incidenti. Occorre registrare tutti gli incidenti, anche se piccoli e mancati, in modo da sfruttare le conoscenze acquisite per identificare l’aumento del rischio e ridurre la gravità dei fattori alla base degli incidenti importanti o mortali.

“Alcune persone potrebbero non conoscere il portale di segnalazione IPAF, mentre altre temere ripercussioni in caso di segnalazioni. Il nostro portale, disponibile all’indirizzo www.ipaf.org/accident, è una risorsa veloce, semplice e utile per registrare un incidente in totale anonimato. Consiglio a chiunque sia a conoscenza di un incidente legato alle PLE non segnalato di inserire i dettagli nel portale e salvare altre vite”.

Tutte le aziende e singole persone dovrebbero segnalare gli incidenti legati alle PLE, alle piattaforme di lavoro mobile autosollevanti su colonna (PLAC) e agli altri tipi di attrezzature di sollevamento all’indirizzo www.ipaf.org/accident. Per segnalare un incidente non occorre inserire dettagli identificanti come nomi, posizione e marca della macchina. È possibile eseguire una segnalazione in più lingue. È possibile accedere al portale IPAF o eseguire una segnalazione anonima in poco tempo. Consigliamo di fornire quante più informazioni possibile sull’incidente, fra cui data e ora dell’evento, nome del responsabile e delle persone interessate, esito dell’incidente, categoria della PLE, metodo di utilizzo della macchina e informazioni sulla natura dell’evento.

Altre notizie che potrebbero interessarti

  • Brian Parker è stato nominato nuovo Head of Safety & Technical per la International Powered Access Federation (IPAF). Entra in IPAF da AFI-Uplift Ltd e assumerà il nuovo incarico il 2 ottobre, riportando a Peter Douglas, CEO e Managing Director

  • Il Summit IPAF & gli IAPA 2020, che si terrà a Londra, nel Regno Unito, si svolgerà ill prossimo anno, a causa delle continue incertezze sulla pandemia di coronavirus.

  • Una nuova guida è stata predisposta da IPAF per assistere coloro che utilizzano PLE, PLAC, ascensori e montacarichi per lavorare in sicurezza e ridurre al minimo il rischio di contagio da coronavirus. Sul tema è stato organizzato per giovedì 21 maggio un webinar gratuito di approfondimento, successivamente disponibile anche per la visualizzazione online.