La tecnologia aiuterà le persone a lavorare senza sostituirle: questo è il concetto espresso in Europlatform

Olivier Colleau, CEO of France-based rental company Kiloutou speaking at Europlatform 2019 conference in Nice, France

I progressi tecnologici nel settore dell’accesso aereo consentono di migliorare la sicurezza e l’efficienza, aiutando le persone a svolgere il proprio lavoro senza doverle sostituirle del tutto. Questo è stato il concetto espresso dai relatori della conferenza Europlatform 2019 tenutasi a Nizza, in Francia, e organizzata da International Powered Access Federation (IPAF) presso il Le Negresco Hotel.

Andy Studdert, CEO e MD ad interim di IPAF, ha aperto la conferenza, a cui hanno partecipato circa 120 delegati, ricordando ai dirigenti l’importanza del personale.”Tra un anno e mezzo, il 75% delle aziende utilizzerà un qualche tipo di IA per migliorare i propri processi”, ha affermato Andy.”Nei prossimi anni utilizzeremo nuove tecnologie, ma non dobbiamo dimenticare il personale.Prenditi cura del personale e potrai adottare la tecnologia più velocemente”.

Questo concetto è stato ripreso da Olivier Colleau, CEO della Kiloutou, una società di noleggio francese, che ha aggiunto:”Quale sarà l’impatto della tecnologia sul noleggio delle PLE?Sta già avendo un forte impatto.Possiamo monitorare la macchina, sapere se è accesa e in futuro potremo anche automatizzarne l’utilizzo.

“La tecnologia consentirà di aiutare il personale e i clienti. Nel nostro campo, la tecnologia e le persone vanno molto d’accordo. Alla Kiloutou, utilizziamo la tecnologia per proteggere le persone: tutte le nostre macchine dispongono di sistemi per prevenire il sovraccarico e allarmi di inclinazione. La tecnologia consente anche di migliorare la manutenzione delle attrezzature o l’assistenza ai clienti usando uno smartphone per chiamare l’assistenza tecnica o segnalare un problema tramite l’app”.

“Utilizziamo i modelli BIM di tutte le nostre macchine per una migliore pianificazione, ma le macchine non funzionano da sole. La tecnologia cambierà il modo in cui facciamo affari, fornendo nuovi servizi ai clienti e consentendo al personale di svolgere il proprio lavoro al meglio, in modo da offrire un maggiore valore aggiunto. Non sarà un aspetto semplice da implementare, poiché occorre parecchia sperimentazione per ottenere i giusti risultati, ma collaborando e condividendo i dati otterremo vantaggi per tutti”.

Clotilde Jouette, direttore del marketing e della trasformazione aziendale digitale della Avesco Rent, ha parlato del principale vantaggio della digitalizzazione, vale a dire la possibilità, per gli imprenditori, di prendere decisioni sulla base di maggiori informazioni.”L’interesse verso gli impatti sociali e ambientali delle nostre aziende e del nostro business è sempre maggiore.In tal senso, il noleggio è una pratica più sostenibile rispetto all’acquisto delle attrezzature”.

“Concordo con i precedenti relatori: la nostra forza lavoro è la risorsa più importante. Per questo motivo apprezziamo i nostri dipendenti e offriamo loro una formazione adeguata. La tecnologia offre valore aggiunto. Da dove bisognerebbe iniziare per adottarla? La tecnologia può diventare il principale fattore di differenziazione, ma richiede un cambio di paradigma e la rivoluzione dell’intero ecosistema delle relazioni con i clienti. L’intelligenza artificiale può agire in modo sinergico su più sistemi per automatizzare la raccolta e analisi dei dati”.

Valery Klimenko, amministratore delegato regionale della Fortrent e presidente della Russian National Rental Association, ha fornito un’affascinante e dettagliata panoramica del mercato russo delle PLE a noleggio, un settore cresciuto costantemente dagli anni ‘90 e attualmente basato un forte sviluppo, in particolare nei territori settentrionali e orientali.

Valery ha analizzato il motivo dell’ancora bassa penetrazione di questo mercato rispetto al resto dell’Europa, ma è ottimista circa le opportunità di sviluppo settoriale nonostante alcuni ostacoli come ad esempio le tariffe di importazione applicate sulle macchine prodotte negli Stati Uniti. “Ciò influisce negativamente sull’utente, che non può ottenere le macchine richieste”.

In confronto, il quadro della crescita nel resto d’Europa appare più stabile, ma è limitato dalle tensioni commerciali globali e dall’incertezza del Brexit. Questa è l’opinione di Audrey Courant della DuckerFrontier, che realizza il rapporto sul mercato del noleggio dell’accesso aereo globaledi IPAF.

Tra i metodi utilizzati dalle società di noleggio delle PLE europee per restare sul mercato e aumentare al massimo le opportunità di crescita, ricordiamo l’economia circolare, il lavoro in funzione della digitalizzazione e il passaggio da un modello di distribuzione del prodotto all’azione come fornitore di soluzioni di sicurezza. Si tratta di un ragionamento in linea con l’idea di Clotilde Jouette circa la costruzione di “ecosistemi” per i clienti utili per identificare la domanda e fornire un supporto completo.

Jim Colvin, CEO di Serious Labs, ha esposto il modo in cui la sua azienda sta collaborando con IPAF e con altre imprese per trasferire la formazione degli operatori PLE e i test di familiarizzazione e competenza in un simulatore di realtà virtuale (VR):”Il cliente contatta aziende come le nostre per risolvere i problemi”.”La tecnologia è uno strumento utile a tale scopo, così come i dati da essa prodotti.Ponendo le giuste domande su tali dati, sarà possibile prendere decisioni predittive e non solo reattive”.

La sessione pomeridiana è iniziata con l’intervento di Angus Kennard, CEO dell’australiana Kennards Hire, che ha spiegato il modo in cui la telematica sta aiutando le società di noleggio a creare un “ecosistema” per soddisfare la domanda dei clienti.La sua azienda è cresciuta in modo marcato a partire dai primi anni ‘90, ricercando l’eccellenza del servizio clienti in modo da diventare la “migliore azienda di noleggio al mondo”.

Secondo Angus, la telemetria delle PLE è una parte importante della Internet of Things (IoT), una tecnologia globale e interconnessa, che occorre implementare a livello aziendale. Anche se il miglioramento dei tassi di utilizzo è un importante vantaggio, Angus e altri relatori hanno sottolineato la presenza di numerosi sistemi e prodotti di telemetria sul mercato, diversi tipi di soluzioni dotate di livelli di sofisticazione e anzianità variabili. Anche in questo caso il problema è legato al punto da cui iniziare.

L’azienda di Angus si è concentrata sull’identificazione delle risorse desiderate dai clienti usando la telemetria, una procedura molto più complessa della semplice localizzazione delle macchine. I clienti che lavorano in cantieri in subappalto multidisciplinari e di grande estensione e complessità devono disporre di chiare metriche per il sito e le relative risorse e attività, uno scenario che ha spinto la Kennards Hire a sviluppare EasyTRAK, una piattaforma IoT proprietaria.

L’implementazione di questo sistema ha consentito alla Kennards Hire di soddisfare la domanda dei clienti, prevedere le apparecchiature richieste in termini cronologici e di localizzazione e migliorare la proattività nella scelta delle macchine in cui investire.

Il dibattito pomeridiano è stato condotto da alcuni relatori della conferenza, che hanno preso in esame le domande sul modo in cui migliorare il servizio clienti mediante l’applicazione della tecnologia digitale, ma senza eliminare l’interazione umana, come ha indicato Andy Studdert.

Gli esperti erano concordi: le nuove tecnologie consentono di migliorare l’efficacia dei dipendenti, in modo che il personale possa concentrarsi sugli aspetti più importanti. Angus Kennard e Clotilde Jouette hanno aggiunto che l’uso intelligente dei dati offrisse nuove opzioni per l’interazione con i clienti in modo compatibile con gli utenti abituati a fare affari in modi diversi.

Tutti hanno convenuto sull’importanza di elementi come Internet of Things e digitalizzazione e uso intelligente dei Big Data, aspetti interessanti ma non privi di problemi a causa del ritardo del settore su alcune questioni, come ad esempio la legislazione e le migliori pratiche sulla proprietà e condivisione dei dati.

Ivan Papell, CEO e proprietario di Liftisa e MovingRent, ha spiegato come evolversi nel settore del noleggio attraverso la creazione, crescita, vendita delle società e ripetizione ciclica di tale processo.La redditività non deve essere l’unico obiettivo di un’azienda, mentre occorre perseguire anche altri risultati.Ivan ha sottolineato anche l’importanza del settore a livello complessivo per l’aumento degli standard di sicurezza e l’offerta di valore aggiunto ai clienti, concordando con gran parte degli altri relatori intervenuti nel corso della giornata.

La conferenza si è conclusa con una presentazione di Andrew Delahunt, direttore tecnico e della sicurezza di IPAF, sull’imminente pubblicazione del rapporto di sicurezza IPAF.Esso si basa sull’analisi dei dati raccolti nel progetto di segnalazione degli incidenti di IPAF.Tutti i dati raccolti da IPAF sono anonimi e riservati, mentre tutte le informazioni identificabili vengono eliminate.Secondo l’analisi, gli incidenti legati all’utilizzo dell’accesso aereo sono relativamente rari, alla luce di quasi 1,5 milioni di PLE in forza alle flotte a noleggio in tutto il mondo.

È stata fornita una panoramica degli incidenti occorsi in Francia, Paesi Bassi, Argentina e Stati Uniti, evidenziando la natura ricorrente e prevenibile delle cause. Sempre più Paesi stanno inviando rapporti e dati utili per informare il settore attraverso le campagne di sicurezza e la guida tecnica di IPAF. Nell’ambito dell’impegno continuo per aumentare la segnalazione degli incidenti reali e mancati in una quantità sempre maggiore di territori, entro la fine del 2019 IPAF rilancerà il portale di segnalazione globale, ottimizzato per il web e i dispositivi mobili.

www.europlatform.info

Altre notizie che potrebbero interessarti

  • Annunciati i giudici per gli International Awards for Powered Access (IAPA) del 2020, che si terranno a Londra, Regno Unito, presso il Millennium Gloucester Hotel Kensington, il 23 aprile, la sera del summit IPAF 2020.

  • Sono aperte le candidature per gli IAPA 2020. Gli organizzatori dell’evento, IPAF e Access International, invitano tutti gli interessati a presentare quanto prima le proprie candidature, nonché a prenotare il proprio posto al Summit e agli IAPA IPAF 2020, che si svolgeranno all’hotel Millennium Gloucester in Kensington, Londra, il 23 aprile del prossimo anno.