Guida alla valutazione delle condizioni del terreno

Added 1 Gen 2018
Ultimo aggiornamento 1 Gen 2018

La condizioni ottimali del terreno su cui poggiano le PLE sono di capitale importanza per garantirne la stabilità. Lo stesso vale per le piattaforme dotate di martinetti e stabilizzatori e per quelle che operano su ruote. Un terreno scosceso può cedere sotto il carico delle ruote o degli stabilizzatori col risultato che la macchina si ritrova in bilico e in equilibrio instabile. Di conseguenza è fondamentale effettuare una valutazione delle condizioni del terreno prima di spostare, usare o posizionare una PLE.

Di solito si tende a verificare le condizioni del terreno solo per le PLE che richiedono il posizionamento degli stabilizzatori prima del loro uso. Tuttavia questo accertamento è ugualmente importante per le PLE semoventi a braccio o verticali, che possono traslare sul terreno con la piattaforma di lavoro elevata. Spostarsi da un terreno solido a uno più cedevole può far sì che la macchina diventi instabile col rischio di ribaltarsi.

E’ importante esaminare le condizioni del suolo anche quando si spostano delle PLE parcheggiate, in quanto lo stato del sottofondo può essere tale che la macchina si impantani con la conseguenza di determinare costi di recupero, ritardi e perdita di produzione.

Durante le manovre è bene che gli operatori consultino gli indicatori di livello presenti sulle piattaforme e facciano attenzione alle segnalazioni riportate. Se l’indicatore di livello mostra che i limiti operativi sono superati, l'operatore deve abbassare la macchina e riposizionarla a livello. Se si sospetta che gli stabilizzatori possano sprofondare per un motivo qualsiasi, occorre verificare regolarmente il livello della macchina e apportare aggiustamenti a stabilizzatori, piastre di appoggio, tamponamenti, ecc.