Print

Il parco globale di PLE raggiungerà le 7 milioni di unità, secondo Pierre Saubot

2017/09/19

Durante la conferenza annuale Europlatform, organizzata da International Powered Access Federation (IPAF) in collaborazione con Access International, è stato evidenziato come il parco di piattaforme di lavoro elevabili (PLE) aumenterà in modo esponenziale nei due prossimi decenni, per raggiungere le 7 milioni di unità a livello mondiale, partendo da 1,25 milioni di unità attuali.

Pierre Saubot, direttore di Haulotte, noto produttore di PLE, ha tenuto il discorso di apertura dell'evento, articolatosi in una interessante panoramica della storia del settore dei mezzi mobili di accesso e in alcune straordinarie previsioni sulle possibilità ancora presenti per il settore prima della saturazione dei mercati, anche quelli più sviluppati, come Regno Unito, Stati Uniti e Germania. La sua previsione relativa al raggiungimento delle 7 milioni di unità a livello mondiale all'interno del parco PLE nei prossimi 20 anni è ancora più audace, considerando che tale dichiarazione era riferita solo alle PLE semoventi e non alle varianti montate sui veicoli.

Saubot ha insistito sulla concretezza dell'obiettivo, ma solo se i produttori, le aziende di noleggio e gli organi regolatori collaboreranno per offrire prodotti sicuri e convenienti, in grado di soddisfare le esigenze degli utenti finali a costi abbordabili. "L'unico modo per creare un mercato e svilupparlo è predisporre fra i produttori una vasta e sviluppata rete di aziende di noleggio", ha dichiarato Saubot.

Secondo Saubot, i produttori e le aziende di noleggio devono continuare a collaborare per garantire una crescita sostenibile, basandosi su sicurezza, innovazione nel mercato e anticipando i requisiti di sostenibilità continuando a sviluppare PLE più efficienti ed ecologiche.

L'evento annuale, tenutosi al Marriott Hotel di Varsavia, Polonia, ha visto la partecipazione di quasi 150 rappresentanti del settore dell'accesso aereo europeo, compresi 20 rappresentanti di aziende di noleggio e 9 dei principali 11 parchi di mezzi ad accesso aereo in Europa. La dimensione totale stimata della flotta di mezzi ad accesso aereo europea rappresentata dai partecipanti è di 150.000 unità, più della metà del parco di noleggio totale, misurato da IPAF nel recente sondaggio Global MEWP Rental Market Report del 2017.

Altri momenti salienti sono stati gli interventi di Phil Goddard e Ignacy Puszkiewicz di LG Industries, incentrati su argomenti come la standardizzazione dei controlli delle PLE e l'avanzamento delle nuove tecnologie, come robotica e macchinari, che eliminano la necessità di sollevare gli operatori, consentendo il completamento delle attività da terra. Rupert Douglas-Jones di IPAF ha presentato le analisi e statistiche più aggiornate sul tasso di incidenti mortali, sottolineando nuovamente l'importanza del database degli incidenti e della segnalazione dei sinistri di IPAF per la creazione di campagne di sicurezza e formazione personalizzate, finalizzate a ridurre le cause più comuni di incidenti e decessi durante l'utilizzo delle PLE.

Lee Perry, esperto di marketing che possedeva un'azienda di noleggio di mezzi di accesso aereo, ha contestato l'attuale strategia di marketing digitale di produttori e società di noleggio, chiedendo per quale motivo non esistono ancora organizzazioni che offrono piattaforme di e-commerce completamente integrate nel settore dei mezzi mobili di accesso.

Euan Youdale, giornalista della rivista Access International , ha presentato una panoramica globale del settore del noleggio delle PLE in base al Global Rental Market Report 2017di IPAF e al rapporto Access 50 di Access International relativo alle 50 aziende di noleggio più grandi al mondo. La sessione mattutina si è conclusa con un vivace dibattito a cui hanno partecipato Jacco de Kluijver (Genie), Brian Stead (Loxam Access), Pierre Saubot e Lee Perry.

Nella sessione pomeridiana è stata presentata una panoramica di mercato relativa al settore del noleggio in Polonia, con interventi da parte di Malgorzata Felicka, presidente della Polish Rental Association, e Wojciech Lisicki, responsabile nazionale di Riwal. Michał Dębski del dipartimento della coordinazione delle ispezioni, l'autorità di regolamentazione polacca, ha illustrato i requisiti legali e in materia di licenza del settore nel Paese.

Martin Vögtli, proprietario di tre aziende di accesso aereo in Svizzera (WS-Skyworker, SkyAccess and SkyService) è intervenuto in modo appassionato sugli aspetti imperativi per la riduzione dell'inquinamento, mediante lo sviluppo di nuovi macchinari ibridi ed elettrici e l'ottimizzazione delle capacità delle batterie per consentire alle nuove PLE di competere in termini di efficienza e convenienza con i macchinari a diesel, maggiormente inquinanti. Jim Colvin, amministratore delegato di Serious Labs Inc, ha presentato una prospettiva sul futuro illustrando in che modo la pluripremiata tecnologia della sua azienda sia in grado di offrire ai corsisti una nuova esperienza didattica nell'apprendimento del controllo delle PLE, con applicazioni di realtà virtuale e realtà aumentata.

Inoltre, è stato confermato che l'edizione 2018 di Europlatform verrà organizzata da IPAF, presso l'Europa Hotel di Belfast, Regno Unito. Per maggiori informazioni, visita il sito www.europlatform.info o www.ipaf.org per notizie e punti salienti dell'evento di quest'anno.

www.ipaf.org – International Powered Access Federation (IPAF)